i vinaccieri

Trattoria - Ristorante - enoteca - gastronomia - bottega d'arte - scuola di cucina

 

sestri levante

l'amore per le cose belle

ballarini sas - viale rimembranza 36 - 16039 sestri levante (ge)     

pi e cf  02084380993

ballarini sas - viale rimembranza 36 - 16039 sestri levante (ge)     

pi e cf  02636330991

terre di liguria sas - corso andrea podestà 12/8 -  genova  

 privacy   -   cookies policy

la carta dei vini

le suindicate aziende sono state soggetti riceventi di contributi, così come descritto nel registro nazionale degli aiuti di stato al presente link:

https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx 

​Prendi un minuto del tuo tempo e scegli il nettare da assaporare durante questa esperienza


Abbiamo conosciuto tanti agricoltori che a dispetto della fatica di lavorare le nostre terre impervie hanno perseverato, caparbiamente, riscoprendo antichi vigneti, promuovendone di nuovi, mettendo quella passione  che è necessaria per regalare un grande vino e per ampliare un’offerta che può dare grandi soddisfazioni a chi si lascia sedurre; tutto questo rimanendo nei confini di questa meravigliosa terra che sa essere la Liguria.
Accanto ad ogni vino una breve nota o un aneddoto ad esso legato, ma Emanuele, Barbara, Javier e Andrea sono qui per permettervi di fare la scelta migliore, per il vostro momento speciale.
Per il gusto di accompagnare le nostre specialità con uno dei nostri vini, abbiamo deciso di darvi la possibilità di degustarlo anche al bicchiere.Ogni bottiglia di vostro gradimento nella nostra carta dei vini può essere aperta e degustata, secondo quotazione, anche a calice.
Lasciateci il compito di esaudire i vostri desideri, perché il vino poi in fondo… “U l’è da beje…”

 

 

 

 

I VINI DEI VINACCIERI

Il Vinacciere, un mestiere duro, legato al mare ed al commercio, alle leggende ed alla buona sorte, che nasce da una tradizione antica come la nostra storia.

I Vinaccieri commerciavano vino con un’imbarcazione chiamata Leudo e si spingevano dalle Cinque Terre, sino all’Isola d’Elba, in Corsica, in Sardegna e persino in Sicilia…Ascoltando vecchie storie e scrivendone di nuove, oggi gli ultimi Vinaccieri Andrea e Daniele Ballarini portano avanti una tradizione marinara innovandola, seppur nel segno della continuità, con l’unico Leudo rimasto in attività: il “Nuovo aiuto di Dio”Ne sono un esempio i vini maturati nella più antica miniera di rame d’Europa a Masso, vicino a Sestri Levante, o le pregiate birre artigianali create da ricette segrete con infusione di erbe spontanee autoctone, nate dalla collaborazione con Elisa e Simona e il loro birrificio della Val di Vara.Spicca per eccellenza la Ninkasi, la prima birra al mondo con oro a 23 carati.     Questo è il loro vino, questo è il vostro vino!    

 

I VINI BIANCHI

 

Levantino – Bianco – I Vinaccieri – 16,50

Un bianco leggero adatto a tutto pasto, sarebbe il nostralino, quello della casa, noi lo “chiamiamo”un vino da focaccia, semplicemente leggero e a tutto pasto

 

Navigato Bianco – I Vinaccieri & Cantine Levante – 18,50

Prodotto con le eccedenze della DOC Portofino, tra cui pregiate uve di Vermentino, un vino che rispecchia la tradizione sestrese, secco e con carattere. La prima collaborazione tra i Vinaccieri e Luca de Paoli

 

Tram – I Vinaccieri e Cantine Levante – 21,50

I Vinaccieri con Luca de Paoli ne hanno combinata una grossa, unendo uve di Vermentino e Traminer aromatico. Un esperimento riuscito per dare corpo e profumo allo stesso tempo e creare un vino inaspettato e per questo incredibile per la nostra regione. Vi stupirà!

 

ND Stella Maris (vino del Leudo in barrique sottomarina) – I Vinaccieri – 24,50 ND

Nasce dall’avventura dell’ultimo Leudo Nuovo Aiuto di Dio che ha ripreso nel 2012 dopo cinquant’anni di inattività i commerci di vino un tempo floridi soprattutto con l’isola d’Elba. 

In memoria del naufragio del suo predecessore che carico di vino andò purtroppo sottocosta sino a finire sopra le secche di Vada, i Vinaccieri Andrea e Daniele si è voluto posare sul fondo una serie di botti in rovere. Il mare, il legno e sei mesi di affinamento hanno regalato al vino altre note preziose acquistando in struttura e sapidità

 

ND Bianco della Miniera (vino del Leudo in anfora etrusca) – I Vinaccieri – 26,50

Sempre con il Leudo, ma stavolta  con un’anfora fabbricata come ai tempi degli etruschi. Un vino che acquista nella sua sosta nella miniera di rame di Masso (la più antica d’Europa) una spiccata mineralità. Il profumo ricorda la pietra focaia con un’ottima beva, accentuata dalla permanenza in un ambiente così particolare

 

 

 

SPUMANTI E VINI FRIZZANTI

 

Bolle – Vino Spumante Extra Dry – I Vinaccieri – 18,50

Un gradevole spumante bianco metodo Charmat, l’uvaggio è una selezione di uve Pinot e Chardonnay selezionato dagli esperti Vinaccieri Daniele e Andrea, corroborante e vivace

 

Kava – Vino di Miniera – metodo classico – I Vinaccieri – 30,50

Sempre dai Vinaccieri Daniele e Andrea: un metodo classico con una selezione segreta delle migliori uve italiane, un vino davvero molto particolare.

Ha un invecchiamento di 36 mesi sui lieviti cui seguono altri 12 mesi nelle antiche miniere di rame di Masso, le più antiche d’Europa, vicino a Sestri Levante.

Durante i mesi di affinamento ad una temperatura di 14° costanti, in assenza di luce e con un’aria purissima, si sviluppano le sue peculiarità: un gusto avvolgente con sentori di vaniglia e crosta di pane ed un colore paglierino con un perlage intenso

 


 

I VINI ROSSI

 

Uvae – Rosso – I Vinaccieri – 16,50

Il vino rosso da uva Sangiovese per tutto il pasto, onesto e sincero, scelto con attenta selezione dai Vinaccieri, instancabili di offrire il meglio ai propri ospiti. Nasce nelle vicinanze dei confini dell’Oltregiogo, quelle terre anticamente parte della nostra regione. Si abbina con tutte le preparazioni di terra, ma può accompagnare anche il tonno o piatti di pesce elaborato

 

Navigato Rosso – I Vinaccieri – 18,50

Da uve Ciliegiolo e altre vigne autoctone nasce questo rosso simpaticamente complicato, caratterizzato da un discreto corpo che unisce tratti decisi e allo stesso gentili,

prestandosi così ad accompagnare piatti liguri della tradizione, sia di terra che di mare

 

Rosso della Miniera – I Vinaccieri – 20,50

Il primo dei vini rossi invecchiati in miniera. Da uve Sangiovese affiniamo in bottiglia nell’antica miniera di rame di miniera di Masso questo vino, unico al mondo per le sue peculiarità.

Sin dall’anno 2014 sperimentiamo gli affinamenti in un ambiente dal microclima così favorevole al vino, grazie al quale le caratteristiche organolettiche migliorano visibilmente. Andiamo così ad offrirvi i frutti di tutte le nostre ricerche

 

Sulphur - Rosso della Miniera Sulphur – I Vinaccieri – 24,50

L’emblema del vino dei Vinaccieri Andrea e Daniele. Un sangiovese di corpo invecchiato in anfora nella miniera di Masso, la più antica miniera di rame d’Europa.

Grazie agli insegnamenti di grandi maestri abbiamo l’orgoglio di presentarvi un vino stupefacente, una sapiente unione tra passato e presente… Un vino che andrà lontano: ne siamo sicuri!

 

Il Paoli – selezione dei Vinaccieri – Cantine Levante – 24,50

Anche qui da uve di Sangiovese, un vino importante, che matura in barrique.

Il rosso in Liguria è  considerato un vino di seconda fascia. Ovviamente noi non la pensiamo così; pensiamo invece che nella “Liguria terra di bianchi”, parlare del rosso, ragionarne e migliorarne l’immagine ed il ruolo sia assolutamente necessario ed utile.

Siamo sicuri di sorprendervi benevolmente con questo rosso, regalandovi così ancora un po’ di magia nascosta della nostra splendida regione

 

Terranova – Genovesato – I Vinaccieri & Andrea Bruzzone – 24,50

Un vino rosso atipico impreziosito dall’innesto di Granaccia passita che gli dona corpo ed

eleganza. Un uvaggio che comprende inoltre Merlot, Sirah e Sangiovese: come un piccolo Amarone di Liguria… La collaborazione tra Andrea Bruzzone e i Vinaccieri ci regala questo straordinario vino che necessita di un particolare rituale per essere degustato

 

 

 

LE BIRRE ARTIGIANALI DEI VINACCIERI

 

Ninkasi pure gold 23 KT – Taverna del Vara  – 16,50

Ninkasi è la dea della birra e dell’abbondanza, venerata dai Sumeri che inventarono questa nobile bevanda più di quattromila anni prima della nascita di Cristo.

La celebriamo impreziosendola con autentico oro a 23 carati, simbolo di regalità e benessere. Leggenda vuole che il prezioso metallo apporti energia vitale, stimolando la conoscenza, rendendo così limpido ed efficace il pensiero

 

The Eight Blond Ale – Taverna del Vara  – 10,50 ND

Una ricetta che risale al tempo del proibizionismo, ma che concorda con la perfetta riconoscenza nei confronti della tradizione, ci regala una birra limpida e dorata, dalla schiuma cremosa e persistente.

Note speziate e sentori di agrumi ne caratterizzano il sapore con una vena abboccata, ma al tempo stesso secco

 

 

 

BIANCHI DI PORTOFINO E DEL GOLFO DEL TIGULLIO

 

Levantino bianco – Vinaccieri Ballerini – 16,50

Un bianco leggero adatto a tutto pasto, sarebbe il nostralino, quello della casa, noi lo “chiamiamo” un vino da focaccia

 

Navigato «Stella Maris» - Vinaccieri Ballerini – 24,50 

Durante uno dei viaggi del Leudo, l’armatore Gian Renzo Traversaro mi raccontò del naufragio del predecessore del "Nuovo Aiuto di Dio" avvenuto all’altezza delle secche di Vada. Poiché non è stato infrequente trovare anfore o botti di imbarcazioni affondate che avevano perfettamente mantenuto, se non addirittura migliorato il loro prezioso carico, è nata un’idea.

Con un attento studio sulle botti e sui tempi abbiamo voluto creare una cosa unica immergendo in mare per sei mesi una serie di botti in una località segreta a Sestri Levante.

Il legno agendo da membrana osmotica ha poi regalato al vino altre note preziose facendolo acquistare in struttura e sapidità.

Il nome scelto è stato “Stella Maris” una delle definizioni della Stella Polare, utilizzata per la navigazione astronomica in mare fin dall'antichità; in ebraico antico significa anche “goccia del mare”

 

Bianchetta di Castiglione Chiavarese – Az. Agr. Pino Gino – 21,50 

Antonella vinifica questo vino nell’entroterra di Sestri, usando uve di vecchie e nuove vigne. Al Vinitaly, la più importante fiera internazionale del settore aperta a Verona, il premio "Gran Medaglia Cangrande" destinato ad un produttore benemerito, per la viticoltura della Liguria è stato assegnato all'azienda agricola Pino Gino di Castiglione Chiavarese

 

Bianchetta – Az. Agr. Casa del Diavolo – 22,50 ND

Prodotto sulle colline di Missano, in una località chiamata Casa del Diavolo. Un vino bianco dal colore giallo paglierino scarico, profumo delicato e sapore fresco, secco e leggero.

Si abbina benissimo alla cucina ligure

 

Bianchetta “I 2 vigneti” – Az. Agr. La Ricolla di Daniele Parma – 24,50 

Il più classico dei vigneti della provincia genovese, veniva confuso con l’Albarola, si sta riscoprendo soprattutto nella zona del Tigullio. Ottimi i vigneti gestiti da Daniele che sono a Verici, proprio sopra a Sestri Levante

 

Vermentino "Fliscano" Az. Agr. La Ricolla – 24,50

Daniele innova il nostro Vermentino con caparbietà strappando nuove vigne alle ripide colline della Valgraveglia... Questo è il suo nuovo vino 

 

Vermentino – Az. Agr. Pino Gino – 21,50

Sentori di erbe e fiori di campo con fondo delicatamente amarognolo, un vermentino classico molto fresco

 

Missanto – Az. Agr. Pino Gino – 24,50

Vermentino e Bianchetta messi per sei mesi in botti di rovere che conferiscono a questo vino corpo, eleganza e profumi

 

Scimiscià – Az. Agr. Cantine Levante – 24,50

Lo Scimiscià deve il suo nome ad una macchia a forma di cimice presente sull’acino. Viene recuperato da un vitigno risalente al 1550 che si credeva ormai estinto, ritroviamo grandi profumi di pera kaiser o banana e un ottimo corpo, simili a quelli di uno Chardonnay, o ad un Müller Thurgau per la marcata mineralità

 

La Cappelletta – Az. Agr. Cappelletta – Duchessa di Westminster – 32,50

Con i suoi vecchi terrazzamenti a vigna e uliveti, la Cappelletta osserva Portofino da un’altitudine di 250 metri. Il suo Vermentino forte ma delicato, tipico del Mediterraneo, va idealmente gustato con il pesce e le verdure

 

 

 

BIANCHI DEL LEVANTE LIGURE

(Valpolcevera, Colline di Levanto, Colli di Luni e Cinque Terre)

 

Vermentino Ma.Teo dei Colli di Luni – Az. Agr. Edoardo Primo – 20,50  

Consigliato in abbinamento a formaggi stagionati, acciughe e cucina di mare in genere, che si sposano con il suo sapore tipicamente asciutto e mandorlato

 

Vermentino di Fravizzola – Az. Agr. Nanni Barbero – 22,50 ND

Sull’etichetta non leggi più il suo nome, ha passato il testimone a Chiara e a Marco, ma Nanni c’è sempre e si sente: il suo vino è come lui: eclettico, tutto prodotto con uve della sua piccola tenuta e con i tempi e i modi di una volta

 

Vermentino superiore dei Colli di Luni – Az. Agr. Terenzuola – 22,50  

Una bella sorpresa in un quadro di estrema fragranza e finezza questo autentico Vermentino che nel comune di Fosdinovo coltivano sin dai tempi dei romani

 

Vermentino dei Colli di Luni – Az. Agr. Linero – 21,50

Un vino eccezionale per una lingua di terra vocata per la nostra enologia ci troviamo di fronte ad un Vermentino minerale e rotondo, con sentori tipici della nostra macchia mediterranea. Ideale per accompagnare delicati piatti di pesce

 

Vermentino dei Colli di Luni – Riserva del Generale – Az. Linero – 25,50

Un Vermentino fantastico in uvaggio con una piccola parte di Malvasia per garantire uno spettro aromatico completo. Un naso fine e complesso ci riporta fino alla frutta esotica con sentori di salvia e mineralità nello sfondo.

A completare una grandissima freschezza che garantisce a questo vino una bevuta prolungata e un invito a berne un secondo bicchiere.

Un ottimo lavoro!

 

Vermentino dei Colli di Luni – Sarticola – Az. Agr. Federici – 26,50

Amore, passione e professionalità ci regalano un grandioso Vermentino come struttura con la caratteristica preziosa di una decisa nota di erbe aromatiche

 

eXtreme – Az. Agr.Spagnoli – 25,50

Il nome dice già tutto… Vigne vecchie di 50 anni e macerazione senza lieviti aggiunti e nessuna filtrazione.

Un vino davvero estremo in ogni senso che saprà regalare emozioni forti

 

 

 

BIANCHI DEL LEVANTE LIGURE

(Valpolcevera, Colline di Levanto, Colli di Luni e Cinque Terre)

 

Bianco “Cian dei Seri” – Az. Agr. I Cerri – 23,50 

I ”seri” in termine dialettale rappresentano le querce. I vecchi del luogo erano soliti impiantare i loro vigneti vicino a queste piante che prediligono il sole. Uvaggio di Vermentino, Albarola e Sauvignon

 

Bianco “I Piani” – Az. Agr. Cornice – 25,50

Nella zona del Golfo dei Poeti le uve di Albarola e Sauvignon rendono questo vino uno tra i più profumati. Bravo Ivano! Alla Liguria regaliamo così anche un po’ di produzione di quei vini aromatici preferiti dal gentil sesso

 

Giuncàro – Igt del Golfo dei Poeti – Az. Agr. Santa Caterina – 25,50

Vino prodotto dal recupero di uve Tocai e Sauvignon bianco, di eccellente qualità, da terreni che hanno sempre ospitato la vite e gli ulivi in promiscuità

 

Bonazzolae –  Az. Agr. Ca' du Ferra' –  26,50

Finalmente un vino biologico fatto a regola d'arte sulle colline di Levanto.

La passione della famiglia Zoppi per l'enologia ci regala questo vino eccezionale dai profumi che tanto ci ricordano le nostre coste, macchia mediterranea in primis per poi portarci verso lo iodato e quella sapidità che tanto ricordano i venti che arrivano dal mare. Bravo Davide!

 

Cinque Terre – Az. Agr. Sassarini – 24,50 ND

Prodotto in piccole quantità solo da questo angolo di paradiso con uve baciate dal sole, aiutate dal salmastro a conferire unicità assoluta ad un vino nato dalla passione dei nostri avi

 

Cinque Terre – Bucce – Az. Agr. Sassarini –30,50

Dagli aspri terreni delle Cinque Terre nasce questo elegante bianco dalle note floreali e fruttate. Una permanenza maggiore delle bucce nel vino garantisce una corposità maggiore e un corpo bello morbido

 

Cinque Terre – La Torre di Albana – Az. Agr. La Torre – 30,50

Maria e Federico si sono avvalsi della grande esperienza di Walter de Battè per regalarci un autentico vino delle Cinque Terre. Le uve vendemmiate, a buona maturazione, hanno subito la macerazione fermentativa ed il vino si è affinato “sur lie” in vasche di acciaio inox. L’imbottigliamento è avvenuto senza chiarifica né filtrazione

 

Vétua – Az. Agr. Vetua – 30,50

Viene prodotto sugli impervi pendii della località Vettora (Vétua in dialetto) a Monterosso al Mare con uve autoctone Bosco, Albarola, Vermentino e con ulteriori 3 uve pressoché scomparse e recuperate con grande dedizione: Piccabùn, Frappelà e Brujapagià. Presenta un’intensa mineralità con sentori di erbe aromatiche, spezie, fieno, ed agrumi, al palato risulta fresco e con sapidità spiccata

 

 

 

BIANCHI DELLA RIVIERA LIGURE DI PONENTE

 

A Matetta  – Az. Agr. Durin – 24,50

Dai grappoli più belli di Pigato e Vermentino, vendemmia tardiva e passaggio in barrique. Vino molto sapido e persistente

 

Gran Messé (Mataossu) – Az. Agr. Ruffino di Varigotti – 24,50

Vinificato come i grandi Chablis francesi, direttamente nella barrique e un grande invecchiamento. Un vino per molti versi sorprendente, abbiamo raccolto la sua sfida… “eppur (qualcosa) si move”

 

Spigau (Uve Pigato) – Az. Agr. Rocca del Gatto – 24,50

La filosofia del De Andreis ha voluto che si vinificasse l’uva Pigato come una volta, vale a dire come se si trattasse di un vino rosso… il risultato giudicatelo voi

 

Campolou (Uve Pigato) – Az. Agr. Berry and Berry – 30,50

Un vento nuovo nel panorama ligure dei vini andando indietro a riscoprire tradizioni antiche, ma affinate nei tempi odierni… Grandioso vino con tutti i profumi regalati da queste splendide uve

 

Pigato “Ca da Rena” Riserva 2011 – Az. Agr. Ruffino – 22,50

Un meraviglioso regalo di un’annata perfetta

 

Pigato di Albenga Cascina Féipu –  Azienda Agr. Massaretti – 22,50 

Un nome oramai affermato ci regala questo vino fruttato e sapido al tempo stesso, con una struttura, a tutto pasto

 

Pigato – Azienda Agricola Terre Bianche – 28,50

Un’ azienda affermatissima ci regala questo vino molto profumato: pesca, albicocca e miele d'acacia i sentori principali.

In bocca si presenta secco e dal finale amarognolo

 

 

 

BIANCHI DELLA RIVIERA LIGURE DI PONENTE

 

Moscato – Az. Agr. Durin – 22,50

Un’autentica sorpresa si affaccia nel panorama ligure con questo Moscato secco.

I profumi sono molto intensi, con richiami alla frutta tropicale, alla rosa e alla salvia. Il sapore è ricco, pieno ma con giusto supporto di freschezza.

E’ esuberante nelle note aromatiche e ben si abbina a piatti di pesce anche complessi.

 

L’Amiral – Rossese bianco – Az. Agr. Maccario – 25,50 ND

Vino bianco ottenuto dalla macerazione di uve Rossese bianco e Massarda, un vitigno recentemente riscoperto.

Al naso risaltano subito sapori che variano dal forte sentore di sali minerali a profumi che ricordano lo iodato e il salmastro

 

Viorus – Costa de Vigne – Az. Agr. Alessandri – 28,50

Dai vitigni Viognier e Roussane della Provenza, di colore tra il paglierino e il dorato, ottimo corpo e struttura, interessanti note marine, di vaniglia, frutti maturi e zenzero

Baitinìn  (Uve Pigato e Vermentino) – Az. Agr. Berry and Berry – 25,50

Presenta aromi fruttati e di erbe aromatiche tipiche del territorio, con una delicata nota salmastra in sottofondo. Molto equilibrato, piacevolmente fresco e sapido

 

Roccese bianco – Az. Agr. A Trincea – 26,50

Un’azienda unica che ha fatto rinascere antichi vitigni dimenticati in un ambito difficile, muretti a secchi arditi che sembrano una scultura.

Un vino eroico ottenuto dalla vinificazione di uve Vermentino, Pigato frammiste e 4 altri uvaggi autoctoni per preservare il profumo ed il colore. Le viti sono posizionate in diverse zone della vigna dove il sole è meno cocente, e per limitarne la gradazione alcolica

 

 

 

VINI FRIZZANTI E SPUMANTI DI LIGURIA

 

Bolle - Pinot-Chardonnay metodo Charmat – Vinaccieri Ballerini – 18,50

Un gradevole spumante bianco, l’uvaggio è una selezione di uve Pinot e Chardonnay scelto dagli esperti Vinaccieri Daniele e Andrea

 

Mataossu Brut – Az. Agr. Ruffino – 22,50

Uva di Mattaossu, questa è spumantizzata e per qualche anno ha potuto fregiarsi del titolo

di unico spumante ligure…

 

Metodo classico Terza B – Az. Agr. Durin – 26,50

L’ultimo nuovo prodotto delle cantine Durin, un gradevole metodo classico, a tutto pasto, un’autentica novità nel panorama ligure con uve 95% Pigato e 5% Vermentino

 

Abissi metodo classico Rosé – Az. Agr. Bisson – 55,50

Esclusivo metodo classico realizzato con uve Ciliegiolo e Granaccia, affinato per 13 mesi negli abissi del mare di Sestri Levante

 

 

 

VINI “FORESTI” BRUT…

 

Metodo classico Extra Brut Colombarola – Az. Agr. Ratti – 25,50

 

Metodo classico Brut Rosé Colombarola – Az. Agr. Ratti – 25,50

 

Metodo classico di Arneis  – Az. Agr. Giovanni Negro – 30,50 ND

 

Metodo classico Franciacorta –– Az Agr. Vezzoli 28,50

 

Metodo classico Rossetti e Scrivani “Rosé” – La Costaiola – 30,50

 

Metodo classico rosato Oltrepò Pavese lt.1,5 – Az. Torrevilla – 40,50

 

 

 

CHAMPAGNE

 

Laurent Perrier Brut – Chardonnay, Pinot nero e Pinot Maunier 65,50

 

Laurent Perrier Rosé – Pinot nero 75,50

 

Robert Allait Brut – Chardonnay e Pinot Meunier – 60,50 A

 

Ruinart Brut Rosé – 75,50

 

                                                                        

 

ROSSI DI PORTOFINO E DEL GOLFO DEL TIGULLIO

Il rosso in Liguria è  considerato un vino di seconda fascia.

Ovviamente noi non la pensiamo così, pensiamo invece che nella “Liguria terra di bianchi”, parlare del rosso, ragionarne e migliorarne l’immagine ed il ruolo sia assolutamente utile e necessario…

Siamo sicuri che tra le scelte di questa carta nostrana ci possa essere un prodotto che si avvicina ai vostri gusti in fatto di vino rosso… sorprendendovi benevolmente, regalandovi così ancora un po’ di magia nascosta della nostra splendida regione.

 

 

UVAE – Vinaccieri Ballerini – 16,50

Il vino rosso per tutto il pasto, onesto e sincero, scelto con attenta selezione da Andrea e Daniele, provetti Vinaccieri

 

Rosso della miniera – Vinaccieri Ballerini –20,50

Un sangiovese di corpo invecchiato in grosse anfore, insegnamento di grandi maestri…

 

Navigato «Stella Maris» rosso - Sassarini - Cinque Terre –  20,50ND

Un rosso morbido e caldo, nonostante il basso tenore alcolico che lo rende un buon vino anche da pesce. Profumi che riportano subito al legno e alla permanenza in mare che gli conferisce un ottimo finale sapido

 

Terranova – Vinaccieri Ballerini –Az. Agr. A.Bruzzone – 24,50

Un vino rosso atipico impreziosito dall’innesto di Granaccia passita che gli dona corpo ed eleganza, in un uvaggio che comprende inoltre Merlot, Sirah e Sangiovese: come un piccolo Amarone di Liguria…

 

Ciliegiolo – Az. Agr. Pino Gino – 21,50

Antonella è riuscita a dare struttura a questo vino della zona di Castiglione, un bel vino, molto equilibrato un grande rosso ligure!

 

Ciliegiolo – Az. Agr. Casa del Diavolo – 22,50

Da questo vitigno piuttosto vigoroso, nasce questo vino che prende il nome, il colore ed il caratteristico aroma della ciliegia

 

Missanto – Az. Agr. Pino Gino – 22,50

Dolcetto e Ciliegiolo messi per sei mesi in botti di rovere che conferiscono a questo vino: corpo, eleganza e profumi

 

Tolceto (Ciliegiolo e Sangiovese) – Az. Agr. la Ricolla – 21,50

L’inserimento del Sangiovese contribuisce e non poco a regalare struttura a questo piacevole vino del nostro entroterra

 

La Granaccia – Soc. Agr. Bisson – 25,50

Vitigno originario del ponente ligure è stato impiantato da questa azienda nella nostra riviera dando ottimi risultati

 

Ciliegiolo – Cantine Levante – 20,50

Un Ciliegiolo di uno straordinario colore rosso rubino brillante con screzi violacei. Di buona struttura e consistenza, sprigiona note di ciliegia marasca, visciole e frutti di bosco freschi

 

Makallè – Az. Agr. Bisson ½ bott. – 30,50

Una vendemmia tardiva di granaccia in purezza garantisce a questo vino un corpo e uno spessore unici. Al naso si alternano profumi netti che variano dallo speziato alle bacche di mirto, e un passaggio in botti di rovere gli garantisce un ottimo equilibrio

                                       

 

 

ROSSI DEL LEVANTE LIGURE

(Valpolcevera, Colline di Levanto, Colli di Luni e Cinque Terre)

 

Pein  – Az. Agr. Cornice – 24,50 

Ivano De Nevi ne ha fatta un’altra delle sue e ha vinificato assieme Merlot, Ciliegiolo e Sangiovese, riuscendo a prendere il meglio da questi radicati vitigni che si trovano però in una zona poco vocata e per questo bisogna riconoscergliene tutti i meriti

 

Fonte dietro al Sole – Az. Agr. I Cerri – 22,50

Da un blend di Shyraz, Merlot e Ciliegiolo nasce gusto robusto, le cui uve maturano a Carro in Alta Val di Vara

 

Vermentino nero – Az. Agr. Terenzuola – 23,50

Vitigno raro per la difficoltà che si incontra nel portare a vinificazione le uve che produce, ma che regala grandi emozioni

 

Rosso dei Colli di Luni “del Fornello” Riserva – Nanni Barbero – 26,50

Il Veronelli lo decantava qua da Nanni tra una canzone di Brassens ed il panorama incantevole della zona di Fravizzola, vino rosso importante, rotondo… immenso!

 

“La Merla della Miniera” – Az. Agr. Terenzuola – 26,50ND

La leggenda vuole che gli uccellini che venivano chiamati merli, non erano merli, lo diventavano perché andavano a beccare gli acini di questo vigneto nei pressi di una miniera colorandosi di nero, da lì il nome “Merla” per indicare le uve di Colorino Nero che unite a quelle del Canaiolo ci regalano un vino robusto con sentori di frutti di bosco e dalla grande eleganza, bravo Ivan!

 

Terranova – Vinaccieri Ballerini – Az. Agr. Bruzzone – 24,50

Un vino rosso atipico impreziosito dall’innesto di Granaccia passita che gli dona corpo ed eleganza, in un uvaggio che comprende inoltre Merlot, Sirah e Sangiovese: come un piccolo Amarone di Liguria…

 

A Scià – Az. Agr. Sassarini – 28,50

Personaggio eclettico e dinamico delle Cinque Terre. Marzia è anche un’artista tout-court dal vino alle etichette fa tutto lei… e molto bene.

Un vino dalla buona beva che vi lascerà un ottimo ricordo… le donne si fanno avanti!

 

Maraccio – Colli di Luni rosso – Az. Agr. Edoardo I° – 22,50

Da una bella zona molto favorevole soprattutto per i vitigni a bacca bianca nasce un gran rosso dall’unione di due vitigni, Sangiovese e Syrah, vino morbido, fresco e piacevolmente secco

 

 

 

ROSSI E ROSATI DELLA RIVIERA LIGURE DI PONENTE

 

Rossese di Dolceacqua – Az. Agr. Altavia – 24,50

Nella zona maggiormente votata alla produzione di questo vino, Altavia è stato uno dei primi a renderlo corposo, bello come il paese in cui nasce

 

Rossese  Cascina Féipu – Az. Agr. Massaretti – 22,50

Accompagna piatti ricchi, i profumi sono di frutti di sottobosco, il gusto è caldo ed avvolgente

 

Rossese – Az. Agr. La Ginestraia – 24,50 ND

Capire ed interpretare il territorio, l’ambiente ed il vitigno è la base per ottenere vini eccellenti, riconoscibili e con personalità. Il vino deve essere espressione della terra e delle persone che per essa lavorano, questa è la filosofia dell’azienda racchiusa nel loro vino… si sente tutta!

 

Rossese di Dolceacqua – Az. Agr. Terre Bianche – 24,50

La terra argillosa di Dolceacqua e la sua esposizione in una zona già avvantaggiata dalla mitezza del clima e dalla presenza del mare, consentono di ottenere un prodotto di qualità

 

Rossese di Dolceacqua – Az. Agr. Maccario – 24,50

Una delle migliori aziende di rossese della zona di Dolceacqua,  fresco fruttato e minerale sono le prerogative di questo grande vino molto piacevole alla beva. E pensare che è solo la versione base…

 

Skip Intro (Syrah Blend) – Az. Agr. Altavia – 24,50

Edizione limitata, 3 anni di affinamento in bottiglia che gli donano un grande equilibrio tannico, un colore granato profondo e profumo di sottobosco con note di ribes e spezie
 

Granaccia – Az. Agr. Durin – 24,50 

Un attento lavoro di valorizzazione dei vecchi vitigni autoctoni della nostra terra. La resa di campagna è bassa e la produzione di bottiglie limitata ma le caratteristiche organolettiche lo denotano come un vino importante che merita di essere maggiormente valorizzato.

Vino rosso asciutto dall'aspetto limpido e dal colore granato intenso. All'olfatto si presenta intenso e persistente, ampio, fine, con sentori di piccoli frutti boschivi: vi si coglie mirtillo nero, mora, melagrana e lampone. Al sapore è secco, abbastanza fresco e sapido, giustamente tannico, caldo, di buon corpo, continuo. Retrogusto fruttato con lieve boisè. Armonico e di grande personalità

 

Granaccia “Bergalletta” – Az. Agr. Casanova – 22,50 

Nel Ponente questo vitigno sta avendo un notevole successo contribuendo ad allargare l’offerta sul territorio in materia da soddisfare tutti i gusti. Ci troviamo davanti ad un grande vino importante che smentisce ancora una volta l’idea che in Liguria non ci siano rossi di qualità

 

Alicante – Az. Agr. Durin – 25,50

Da una variante della Granaccia questo vino armonioso, che ha profumi di rosa e marasca, viene affinato in barrique

 

Ros’è (Barbarossa, Granaccia, Mourvedre) – Az. Agr. Cascina Praiè – 21,50

Un altro uvaggio del poliedrico Massimo destinato a sorprendere dopo un leggero periodo di affinamento in bottiglia, di buona beva, ma con una struttura inaspettata

pur essendo un rosato ha le caratteristiche di un rosso

 

Ormeasco Superiore – Az. Agr. Nirasca –24,50

Un’uva autoctona derivante da un’antica varietà di Dolcetto. Probabilmente si deve la sua introduzione per merito dei saraceni intorno all’anno mille nelle zone intorno a Ormea, piccolo borgo delle alpi liguri, da cui prese il nome.

Da vita a un vino dal colore rubino intenso, dai profumi intriganti di frutta rossa e di spezie con una bella struttura e un bel corpo

 

Roccese rosso – Az. Agr. A Trincea – 28,50

Un’azienda unica che ha fatto rinascere antichi vitigni dimenticati in un ambito difficile, muretti a secchi arditi che sembrano una scultura.

All’esame olfattivo che ci lascia capire il suo straordinario legame con il territorio.

Intenso e complesso con ambi sentori di erbe aromatiche e di piante officinali tipiche del vigneto. un ottimo abbinamento con carni rosse, formaggi stagionati e piatti liguri eccellenti come carne di coniglio e lo stoccafisso

 

 

 

ROSSI E ROSATI DELLA RIVIERA LIGURE DI PONENTE

 

“Lappazücche” Rosato (Uve Barbarossa) – Az. Agr. Berry and Berry – 25,50

Un rosato naturale da uve Barbarossa, una freschezza che ben si accosta a qualsiasi piatto della nostra cucina. Alex Berriolo farà parlare di sé, è un autentico vate dell’enologia ligure

 

Rossese rosato – Az. Agr. Maixei – 24,50

Il Rossese ha delle uve che vinificate in rosso tendono naturalmente un po’ al chiaro, in questo caso la vinificazione è fatta in rosato per accompagnare anche piatti a base di pesce piuttosto delicati

 

Roccese rosato – Az. Agr. A Trincea – 26,50

Un’azienda unica che ha fatto rinascere antichi vitigni dimenticati in un ambito difficile, muretti a secchi arditi che sembrano una scultura. Forse non tutti sanno ma i nostri anziani producevano un vino  frammista di uve rosse e bianche che venivano vinificate insieme, normalmente si utilizzavano le più leggere o meno mature con aggiunta di bucce già pigiate, per evitare gradazioni notevoli, ma con le stesse caratteristiche e profumi dei due vini principali, anzi arricchita dalla miscela di ben 10 uvaggi

 

 

 

VINI DOLCI DI LIGURIA

 

Sciacchetrà – Cinque Terre ½ bott. – Az. Agr. Sassarini – 55,50

Giosuè Carducci lo descrisse come l'essenza di tutte le ebbrezze dionisiche, Giovanni Pascoli ne richiese l'invio di poche bottiglie "in nome della letteratura italiana" Gabriele D'annunzio lo descrisse come "profondamente sensuale". Prima di loro ne parlarono Plinio, Boccaccio, Petrarca...

E’ un vino passito che racconta una storia lontana, la stessa origine del suo  nome deriva probabilmente da "shekar", un termine semitico molto antico indicante delle bevande fermentate o forse dal dialetto ligure e più precisamente dalle parole sciac (schiacciare l’uva) e tra (togliere le vinacce durante la fermentazione) non ci sono documentazioni certe in merito.

Sulle circostanze che portarono alla nascita del soave nettare ambrato si può solo citare una leggenda. Pare che in un remoto passato (sicuramente precedente all'epoca romana) le popolazioni delle Cinque Terre fossero divise da odi profondi ed eternamente in lotta fra loro. Un saggio eremita, chiamato a espletare l'ultimo tentativo di pacificazione, chiese che i rappresentanti delle fazioni in lotta gli portassero qualche grappolo d'uva, di quelli raccolti nei vigneti del territorio di provenienza. Qualche tempo dopo, il saggio offrì loro una coppa del vino prodotto miscelando le uve fornite. La sorpresa e l'ammirazione per quel nettare, scaturito dall'unione delle risorse dei cinque borghi, fu tale da garantire pace e concordia perenne a quelle contrade.

Il suo successo non deriva solo dalla sua storia affascinante ma dalle sue indubbie qualità che nascono in una terra dove ogni acino costa fatica

 

 

 

 

 

 

 

 

I prezzi sono espressi in euro

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder